Your true Made in Italy world
Filters
Cerca
Chiudi

Pierre Jeanneret

Pierre Jeanneret (Ginevra, 22 marzo 1896 – Ginevra, 4 dicembre 1967) è stato un architetto, designer e urbanista svizzero naturalizzato francese.

Il suo nome ed il suo lavoro sono indissolubilmente legati a quello del celeberrimo cugino Charles-Edouard Jeanneret-Gris, alias Le Corbusier, con cui condivise molteplici esperienze. La sua fortuna critica si sviluppa all'ombra del ben più famoso cugino, uno degli accreditati maestri dell'architettura contemporanea, e, sebbene il suo nome sia sempre riconosciuto come coautore di molti edifici di Le Corbusier, si fatica ad attribuirne la piena paternità a opere come Villa Savoye (1928-1931) - edificio emblematico del movimento moderno. Il suo reale contributo a queste opere rimane ancora oscuro, nonostante i rari approfondimenti degli storici.

Si diplomò all'École des Beaux-Arts di Ginevra, lavorò in seguito con i Perret e iniziò la stabile collaborazione con il cugino nel 1922 nell'atelier di rue de Sèvres 35. Co-firmò gran parte i progetti anteriori alla seconda guerra mondiale. Portano la sua paternità anche le abitazioni, in Square du Docteur Blance a Parigi, del banchiere La Roche e del comune cugino Albert Jeanneret, 1923-1925, oggi sede della Fondazione Le Corbusier. Ebbe un ruolo preminente anche nelle opere di design: co-firmò, assieme anche a Charlotte Perriand le più note opere di Le Corbusier (tra cui la chaise-longe LC4 e la poltroncina LC3). Nel 1922 partecipò al primo CIAM e successivamente ad altri congressi CIAM, come il quarto ad Atene.

Con l'inizio della seconda guerra mondiale ci fu l'interruzione forzata del sodalizio con Le Corbusier - lo studio chiuse i battenti a seguito dell'invasione nazista. A guerra conclusa, iniziò a lavorare da solo costruendo poche opere e dedicandosi al design di mobili, collaborando anche con altri designer noti quali Jean Prouvé e Charlotte Perriand. Nel 1951 ebbe una nuova opportunità di collaborazione con Le Corbusier come capo progetto della nuova città di Chandigarh, in India, coadiuvato da Edwin Maxwell Fry e Jane Beverly Drew. Si trasferì in India dove, oltre a seguire il progetto urbanistico, dirigendo uno studio formato da molti architetti, si dedicò alla realizzazione dei principali edifici del Campidoglio, in collaborazione con il cugino. Oltre a ciò costruì edifici a sua esclusiva firma, quali il "Gandhi Bhawan", e mobili a basso costo, destinati agli edifici stessi, oggi oggetto di modernariato. Tornò in Europa nel 1965 gravemente ammalato e si spense nel 1967. Nel 1970, a memoria del suo volere testamentario, le sue ceneri furono riportate a Chandigarh e sparse nel lago Sukhna.

Vedi come Griglia Lista
Ordina per

LC1 OUTDOOR Poltroncina - Cassina

LC1 OUTDOOR di Cassina è una poltroncina disegnata da Le Corbusier, Pierre Jeanneret, Charlotte Perriand con struttura in acciaio inossidabile, INOX AISI 304, spazzolato lucido.
Richiedi Preventivo

LC1 Poltroncina - Cassina

LC1 Poltroncina di Cassina è una poltroncina con struttura in acciaio cromato trivalente lucido o verniciato nero semi-lucido.
Richiedi Preventivo

LC1 UAM Poltroncina - Cassina

LC1 UAM Poltroncina di Cassina è una poltroncina con struttura in acciaio cromato trivalente lucido.
Richiedi Preventivo

LC1 VILLA CHURCH Poltroncina - Cassina

LC1 VILLA CHURCH di Cassina fu progettata per la Villa Church à Villed’Avray nel 1928 con il sedile e lo schienale imbottiti per rispondere alla richiesta di un estremo confort da parte del cliente.
Richiedi Preventivo

LC10-P OUTDOOR Tavolo - Cassina

LC10 - P OUTDOOR Tavolo di Cassina è un tavolo da esterno disegnato da Le Corbusier, Pierre Jeanneret, Charlotte Perriand, disponibile in diverse altezze.
Richiedi Preventivo

LC10-P Tavolino - Cassina

LC10-P Tavolino di Cassina fa parte di una serie di tavolini bassi, di forma quadrata e rettangolare, con gambe in acciaio cromato e struttura verniciata proposta nei diversi colori della palette originale di Le Corbusier.
Richiedi Preventivo